Greccio il presepe vivente di San Francesco d’Assisi

Era il 1223 quando San Francesco d’Assisi a Greccio decise di fare il primo presepe vivente, perché il paese di Greccio e i suoi dintorni tanto gli ricordavano Betlemme, per fare rivivere ai contadini l’emozione della Natività di Gesù, chiese il permesso al Papa Onorio III.
Si narra che da tutti il circondario e dai paesi vicini con le torce vennero a vedere la rappresentazione della Nascita di Gesù, possiamo dire che da qui ebbe inizio la tradizione di rappresentare la Natività di Gesù cosi come la conosciamo ancora oggi.
Dopo 790 anni la rappresentazione è sempre viva e molto forte, per tutti coloro che abitano sia in Umbria e nel Lazio consiglio di andare a vedere questa rappresentazione, è entrare in contatto con la storia, con la vita di S. Francesco d’Assisi, con la religione.
Le prossime rappresentazioni : 1 Gennaio alle ore 17.45, 4 Gennaio alle ore 17.45, 5 Gennaio alle ore 17.45, 6 Gennaio alle ore 17.45.
Greccio per uno scherzo del destino si trova in provincia di Rieti nel Lazio, anche se storicamente è sempre stata umbra, una località di confine se cosi possiamo dire.
Dal Santuario di Greccio parte il sentiero di San Francesco che conduce al Santuario di Fonte Colombo, il Santuario della Foresta, il Santuario di Poggio Bustone, per le informaizoni sul percorso rimando al sito il Cammino di San Francesco.
Greccio il presepe vivente di San Francesco d’Assisiultima modifica: 2014-01-01T16:49:01+00:00da carminevolpe
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento